Meglio il riso o la pasta? Una scelta di gusto e salute

La pasta è da sempre la regina incontrastata della cucina italiana, riconosciuta in tutto il mondo. La sua storia è molto antica, infatti è stato dimostrato attraverso reperti archeologici, che già i Romani, i Greci e gli Etruschi preparavano una particolare lasagna, chiamata “lagana”, formata da sottili sfoglie di pasta infarcite di carne e cotte in forno. Ma le notizie certe risalgono solo al 1154, quando il geografo arabo Edrisi descrive “un cibo di farina in forma di fili”, che egli chiama “triyah”, realizzato a Trabia, in Sicilia, ed esportato in tutta Italia.

L’origine del riso è ancora più antica, infatti sembra che fosse un alimento già conosciuto più di 15.000 anni fa dai primi abitanti del Sud est asiatico e ancora oggi è uno dei cereali più coltivati, diffusi e consumati al mondo.


In Italia, seppur con una maggiore preferenza per la pasta, entrambi questi alimenti sono protagonisti delle nostre tavole con numerose gustose ricette e infinite varietà che vanno dalla diffusissima pasta di semola di grano duro a quella integrale, all’uovo e di legumi fino alle diverse tipologie di riso raffinato, integrale, nero, rosso e specifico per i risotti.

Mangiare pasta fa bene, ma senza esagerare

La pasta è uno degli alimenti alla base della dieta mediterranea ed i suoi notevoli benefici al metabolismo e alle funzioni cardiovascolari sono ormai scientificamente provati. Per questo motivo, non andrebbe totalmente eliminata all’interno di un regime alimentare sano ed equilibrato, ma solo ridotta nella frequenza e nelle quantità.

Infatti, se la pasta viene consumata nella quantità ottimale di circa 80 grammi a porzione, condita con un gustoso sugo di verdure, pomodoro fresco e un filo d’olio, può aiutare ad accelerare il metabolismo e  ridurre il senso di fame, grazie ai suoi carboidrati, che forniscono zuccheri complessi necessari per affrontare qualsiasi sforzo fisico e mentale.

L’idea che la pasta faccia ingrassare non è quindi del tutto corretta, visto che in Italia, dove se ne consuma molta, i problemi di obesità grave sono decisamente minori rispetto ad altri paesi del mondo, come ad esempio gli Stati Uniti. Inoltre, gli zuccheri complessi favoriscono la concentrazione, mentre le vitamine del gruppo B aiutano a superare i momenti di stress e sono utili per il corretto funzionamento del sistema nervoso.

La pasta, con il suo basso indice glicemico, aumenta il senso di sazietà e innalza anche il livello delle proteine che proteggono tutto il sistema cardiocircolatorio, mantenendo sotto controllo i livelli della pressione.

Si può quindi concludere che un piatto di pasta è un alimento assolutamente completo, buono e digeribile, ma soprattutto sano e utile per l’intero organismo.

Il riso è un’ottima alternativa alla pasta

Se il riso è il primo cereale consumato al mondo ormai da millenni, vuol dire che è un alimento importante e utile per una vita lunga e in buona salute.

Il riso, rispetto alla pasta, ha un più elevato contenuto di amido, pertanto da cotto è più saziante, ma le proteine e le prolammine sono presenti in quantità limitata e per questo motivo i peptidi del riso non sono in grado di formare glutine. Tra tutti i cereali, il riso possiede quindi il minor potenziale allergenico e viene spesso utilizzato nelle cosiddette diete elementari, specifiche per la ricerca delle intolleranze alimentari.

Rispetto alla pasta, il riso è più facilmente digeribile perché il suo amido è costituito da granuli di piccole dimensioni, ma questo parametro può variare in base al metodo di cottura e alla presenza di altri ingredienti, come condimenti, verdure, carne o pesce.

Le varietà di riso sono molteplici e ognuna si caratterizza per le proprie specificità, ad esempio il riso basmati, adatto soprattutto per le insalate, è molto digeribile e contiene pochi lipidi, mentre il riso nero selvatico è molto proteico ed è un ottimo rimedio naturale per combattere le coliti e le gastriti, in caso di dissenteria è invece preferibile il bianco selvatico perché ricco di amido e ha un effetto astringente.
Se si vuole mantenere sano il sistema cardiocircolatorio e vascolare è ottimo il riso rosso, mentre l’integrale è un eccellente rimedio per la stipsi e il parboiled è l’ideale da consumare durante una dieta dimagrante e per il suo alto apporto vitaminico.

Per concludere, la pasta o il riso sono fondamentali in ogni regime alimentare sano ed equilibrato, per avere sempre a disposizione i giusti nutrimenti e le energie per affrontare la giornata.

La pasta e il riso nel nostro shop

La pasta e il riso nel nostro shop non possono assolutamente mancare! Si può scegliere tra tantissimi formati di pasta, dai fusilli agli spaghetti, fino alle penne, alle orecchiette, alle linguine, ai rigatoni, agli spaghetti e alle sfoglie senza uovo per le lasagne. E siccome non c’è pasta senza un buon sugo, si possono abbinare i sughi pronti alle melanzane, al basilico e al finocchietto o la salsa alle noci e i pesti al basilico o al peperoncino e anacardi.

Chi invece ama il riso avrà l’imbarazzo della scelta tra le migliori produzioni di Arborio e Carnaroli, risi integrali, basmati e thay nero, rosso e integrale.

Tutti i prodotti Punto Equo provengono da produzioni rispettose dell’ambiente, sostenibili ed equosolidali per fornire ai nostri clienti sempre cibi di altissima qualità che non alimentino lo sfruttamento ambientale e sociale.

L’Aloe Vera, una pianta dalle numerose proprietà

L’Aloe Vera è una pianta succulenta della famiglia delle Aloeaceae originaria della Penisola Arabica e diffusa in tutto il  bacino del Mediterraneo, perché particolarmente resistente ai climi caldi e secchi, ma anche alle basse temperature. Attualmente, oltre che in Nord Africa, viene coltivata negli Stati Uniti, in Messico, nelle Antille Olandesi e sulle coste del Venezuela.

Generalmente cresce in modo spontaneo, può raggiungere il metro di altezza e le foglie, il cui colore può variare dal verde al grigio, sono carnose e dotate di spine.

Le prime tracce del suo utilizzo risalgono a circa 3000 anni fa, quando gli Egizi la utilizzavano come cosmetico e a scopo terapeutico, ma soprattutto durante il processo di imbalsamazione dei faraoni o come regalo da offrire agli sposi per augurare loro abbondanza e fertilità.

In Grecia, Ippocrate ne lodava le proprietà antinfiammatorie, disinfettanti e rigeneranti e gli spagnoli contribuirono a diffondere questa pianta sul Continente Americano, dove veniva considerata la “pianta dell’eternità”, adatta a purificare corpo, mente e anima.

Cosa si utilizza dell’Aloe Vera

Questa pianta, per le sue numerose proprietà, viene utilizzata sia in ambito cosmetico, sia erboristico e fitoterapico e dalle foglie vengono generalmente estratti il succo e il gel, i quali hanno diverse composizioni chimiche, proprietà e utilizzi.

Il succo si estrae spremendo la parte esterna delle foglie e contiene prevalentemente antrachinoni, tra cui la barbaloina, l’isobarbaloina, l’aloe-emodina e l’alosina, e una buona quantità di flavoinoidi.

Il gel si estrae invece dalla parte interna delle foglie ed è particolarmente instabile e sensibile all’ossidazione, per cui va immediatamente stabilizzato. Il gel non contiene gli antrachinoni che risiedono nella parte più esterna, ma è ricco di acqua, mucillagini, polisaccaridi, lecitine, amminoacidi, enzimi, vitamine dei gruppi A,B,C ed E, sali minerali come ferro, potassio, sodio e zinco, acidi grassi, steroli vegetali e saponine.

Le proprietà benefiche dell’Aloe Vera

Molti studi scientifici hanno confermato le proprietà benefiche di questa pianta, già conosciute dagli Antichi Egizi e Greci, ma alcune ricerche sono ancora in corso e sicuramente in futuro si scopriranno nuovi benefici offerti da questa pianta.

Come si è detto, le componenti che si possono ritrovare nel succo sono diverse da quelle del gel, pertanto anche i benefici che se ne possono ricavare saranno differenti.

Il succo d’Aloe

Il succo d’Aloe Vera è un potente lassativo, a causa dell’alta concentrazione di antrachinoni, e non può essere utilizzato come comune rimedio contro la stitichezza. Ha diversi effetti collaterali e controindicazioni importanti e il suo consumo può interferire con l’azione di alcuni farmaci.

L’8 aprile 2021 è entrato in vigore un Nuovo Regolamento Europeo che vieta la commercializzazione di alimenti e integratori alimentari contenenti idrossiantraceni e loro derivati, una famiglia di molecole contenuta in diverse piante, come l’Aloe Vera, la cassia, il rabarbaro e la senna.

Quello che normalmente si trova in commercio come “succo di Aloe”, molto spesso non è succo, ma gel di Aloe diluito in acqua e aromatizzato per renderlo più piacevole al palato.

L’Aloe Vera Gel

All’Aloe Vera Gel vengono attribuite proprietà lenitive, antinfiammatorie, cicatrizzanti, immunostimolanti e, se opportunamente depurato dagli antrachinoni, non dovrebbe avere effetti lassativi, se consumato per via orale.

Di solito l’Aloe Vera Gel viene impiegato per la preparazione di succhi e integratori alimentari con effetti lenitivi e depurativi. Ma, soprattutto quando si sta seguendo una particolare terapia farmacologica o si è in stato di gravidanza e allattamento, è sempre bene seguire i consigli del proprio medico prima di assumere l’Aloe per via orale, perché, nonostante i molteplici benefici, potrebbe interferire con l’azione di alcuni farmaci o limitarne l’efficacia.

L’Aloe Vera Gel viene spesso utilizzata nella preparazione di prodotti cosmetici per la cura della pelle, soprattutto per lenire le scottature, gli arrossamenti e le irritazioni, ma anche per favorire la guarigione di piccole lesioni ed escoriazioni. Inoltre, per la sua azione rinfrescante e rigenerante, è uno degli ingredienti fondamentali di molti shampoo, bagnoschiuma e creme per il viso e per il corpo, stick per le labbra, lozioni solari e doposole.

Gli studi scientifici hanno dimostrato che le prostaglandine, contenute nel gel, svolgono un’interessante azione antinfiammatoria, perché inibiscono la formazione di istamina e leucotrieni e allo stesso tempo favoriscono la cicatrizzazione e leniscono il fastidio generato dalle placche psoriasiche. Inoltre, hanno rilevato che l’aloe-emodina inibisce la crescita di alcuni virus e batteri, come l’Helicobacter pylori, lo stafilococco meticillino-resistente, l’ Herpes simplex virus di tipo 1 e 2, il Varicella-zoster virus e il virus dell’influenza.

Altri studi ancora in corso, hanno rilevato anche un’importante azione antitumorale in alcune componenti chimiche dell’Aloe. Pare infatti che l’aloe-emodina sia in grado di limitare la crescita di cellule maligne di diversi tipi di tumori, come quelle responsabili del cancro al seno, ai polmoni e all’endometrio.

L’Aloe Vera nel nostro Shop

L’Aloe Vera è uno degli ingredienti fondamentali di diversi prodotti cosmetici presenti nel nostro shop per le sue proprietà lenitive e rinfrescanti.

Per chi ha spesso la pelle delle mani secca e arrossata, soprattutto nella stagione fredda, la nostra crema mani è veramente l’ideale. La sua composizione soffice e di facile assorbimento la rende perfetta per mantenere le mani sempre morbide e idratate, e l’azione combinata del burro di karitè e dell’olio di noci dell’Amazzonia aiuta a mantenere le unghie forti e sane.

Lo shampoo all’Aloe e Riso è indicato per chi ha i capelli secchi e spenti, e non vuole rinunciare a lavarli di frequente. Questo prodotto sfrutta l’azione lenitiva e nutriente dell’Aloe Vera e dell’olio di riso, donando lucentezza e luminosità anche alle chiome più spente, fragili e ribelli.

Il nostro balsamo rende invece i capelli più morbidi e facili da pettinare e districare, nutrendoli in profondità.

I nostri prodotti sono certificati e seguono i più rigorosi standard internazionali che ne garantiscono la massima naturalità, la presenza di ingredienti biologici certificati e l’esclusione di test sugli animali. I nostri metodi di produzione sono sempre a basso impatto ambientale e con una particolare attenzione alla biodiversità.