Commitment e coinvolgimento dei dipendenti, irrinunciabili per il futuro delle aziende

Creare un ambiente lavorativo in cui i dipendenti si sentano parte integrante di un’azienda è uno dei principali obiettivi di chi si occupa di risorse umane. Lealtà, rispetto e benessere nell’ambiente lavorativo sono alla base del legame tra datore di lavoro e dipendente, ma ciò che determina il livello d’impegno nello svolgimento di una particolare mansione sono le esperienze di una persona all’interno dell’organizzazione. I leader aziendali devono perciò cercare di stimolare il più possibile i desideri e le aspirazioni più intrinseche dei propri collaboratori, al fine di raggiungere il massimo del loro contributo.

I lavoratori che si sentono emotivamente coinvolti, accrescono il proprio impegno e entusiasmo per il proprio lavoro, perché considerano il contributo personale, un fattore importante per il raggiungimento degli obiettivi aziendali anche dal punto di vista psicologico e affettivo. Ne viene influenzata la mentalità, creando un clima di fiducia nelle proprie conoscenze, abilità e possibilità, che porta al conseguimento di un traguardo comune in modo efficace ed efficiente. Una sfida da affrontare insieme per il miglioramento e il benessere di tutta l’azienda.

Commitment e Engagement possono fare la differenza

Sicuramente i collaboratori e i dipendenti di un’azienda devono essere spinti ad impegnarsi per il compimento di un determinato compito o attività, ma il loro coinvolgimento va ben oltre, perché richiede il contributo attivo ed è costruito sul loro livello di soddisfazione, alla parte più emozionale e al legame che si è instaurato con l’organizzazione. È qualcosa che va al di là dello svolgimento del lavoro quotidiano, perché richiede responsabilità nei confronti della propria mansione, affidabilità, fedeltà ai valori aziendali e un alto coinvolgimento, oltre alla possibilità di esprimere le proprie capacità e competenze.

Definire il commitment come “impegno” è riduttivo, perché il lavoratore realmente coinvolto, sviluppa un forte senso di appartenenza, un legame affettivo che spinge a identificarsi con l’azienda e a desiderare di continuare a farne parte in futuro, condividendone gli obiettivi e i valori, ma anche una sorta di obbligo morale nei confronti dell’organizzazione che ha saputo creare un clima di reciprocità e rispetto, a cui rispondere con profonda lealtà. È un concetto piuttosto complesso, che coinvolge diverse dimensioni del rapporto tra datore di lavoro e dipendente, ma particolarmente importante e strategico per entrambi.

Oltre ad essere un mix di fattori personali e sociali, giocano un ruolo fondamentale la percezione di giustizia organizzativa, il riconoscimento dei propri meriti e delle proprie capacità, una comunicazione interna sempre efficace, la condivisione degli obiettivi e delle scelte strategiche, la possibilità di formarsi e aggiornarsi in modo costante e continuativo, l’autonomia nel gestire il proprio compito, e percorsi di crescita che portino ad un effettivo miglioramento delle proprie condizioni lavorative ed economiche. È inoltre importante che le promesse fatte in fase di assunzione, vengano mantenute nel tempo, sia per quanto riguarda l’aspetto economico, sia le aspettative, sia i bisogni individuali e le motivazioni personali del collaboratore.

Tutto questo influisce in modo significativo sul raggiungimento degli obiettivi aziendali, ma anche sulle prestazioni lavorative. Infatti, un elevato commitment e coinvolgimento dei lavoratori porta notevoli benefici a tutta l’azienda, come un basso tasso di turnover, una maggiore produttività e disponibilità a collaborare tra colleghi, un aumento della qualità nel raggiungimento degli obiettivi, una più elevata soddisfazione emotiva con una significativa riduzione dello stress e dei conflitti. Creare quindi un sistema complesso in cui ognuno si sente parte in causa, porta alla realizzazione di un circolo virtuoso che influisce positivamente sulle persone, sull’ambiente lavorativo e di conseguenza sugli stessi dipendenti.

Piccoli gesti quotidiani per migliorare il commitment e il coinvolgimento dei dipendenti

Ovviamente non esiste una ricetta perfetta e applicabile a tutte le aziende per creare un maggiore coinvolgimento e impegno da parte dei dipendenti, ma sicuramente è buona norma partire dai piccoli gesti e dalle attenzioni quotidiane per iniziare a creare un clima di fiducia e reciprocità, che porti a grandi risultati.

Uno dei fattori che sicuramente tocca da vicino le persone e le rende sensibili, è l’attenzione verso il benessere e la salute fisica. Dare spazio alla qualità della vita, ad un’alimentazione sana e alla possibilità di svolgere attività fisica sono aspetti fondamentali che fanno aumentare il coinvolgimento emotivo dei dipendenti, perché in questo modo si sentono considerati non solo come lavoratori, ma come persone con esigenze che vanno al di là dell’aspetto prettamente lavorativo. È perciò importante, anche nella pausa caffè, proporre alimenti che siano sani, biologici e sostengano valori come la solidarietà sociale e la responsabilità ambientale.

I distributori automatici e i caffè di Punto Equo sono l’ideale per le aziende che vogliono comunicare ai propri dipendenti una particolare attenzione nei loro confronti e valori positivi di cura per l’ambiente e la qualità del mondo in cui viviamo. Ogni prodotto Punto Equo viene realizzato solo con ingredienti di altissima qualità, biologici e provenienti dal commercio equo solidale per offrire sempre il meglio ai propri clienti e soddisfare ogni esigenza nel massimo rispetto dell’ambiente e delle persone.

Inoltre, il pensiero che un piccolo gesto, come l’acquisto di un prodotto alimentare o di un caffè, possa portare beneficio ad un’intera comunità in un luogo più disagiato del mondo, può essere motivo di profondo coinvolgimento emotivo per qualsiasi lavoratore, che si sente così più responsabile e stimolato a contribuire al benessere e al miglioramento delle condizioni di vita di altre persone.

Infine, Punto Equo pone particolare attenzione nella riduzione dei rifiuti in plastica e non riciclabili nel pieno rispetto dell’ambiente. Il valore ecologico dei prodotti Punto Equo è sicuramente riconosciuto e può essere un’ulteriore punto di forza per consolidare la consapevolezza che ogni azione, anche banale, può avere un forte impatto sull’ambiente e preoccuparsi di cambiare le proprie abitudini verso stili di vita più sostenibili, è diventato irrinunciabile.

Se stai cercando un nuovo modo per coinvolgere i dipendenti e proporre in modo innovativo i valori aziendali, anche durante una pausa caffè, contatta Punto Equo. Troveremo sicuramente la soluzione più adatta alle tue esigenze di comunicazione con una particolare attenzione per il benessere dei tuoi dipendenti e collaboratori.

.