Il riso, un cereale sano e dai mille utilizzi

Il riso è uno dei cereali più consumati e coltivati al mondo e ogni giorno riesce a sfamare più di metà della popolazione presente sulla Terra, si può dire che non esiste un posto al mondo dove non si possa gustare un buon piatto di riso.

I suoi utilizzi non si limitano alla cucina, ma è un ottimo ingrediente anche di molti cosmetici e prodotti farmaceutici.

Una storia antichissima

Il riso selvatico sembra che fosse un alimento già conosciuto più di 15.000 anni fa dai primi abitanti del Sud est asiatico, nelle odierne Thailandia, Cina, Vietnam e Corea, mentre secondo alcuni reperti archeologici, gli uomini avrebbero iniziato a coltivarlo, ancora prima del frumento, all’incirca 7.000 anni fa in Cina, nel bacino del fiume Yangtse e nella parte settentrionale dell’India, da cui si sarebbe rapidamente diffuso.

In Europa arrivò all’incirca nel IV secolo a.C., grazie alle campagne militari di Alessandro Magno, ma le prime coltivazioni nel bacino del Mediterraneo si diffusero solo un millennio dopo con l’arrivo degli Arabi, che lo introdussero prima in Egitto e poi in Spagna.

I Romani conoscevano il riso, ma non lo utilizzavano come alimento, bensì come decotto per lenire i disturbi dei pazienti più abbienti.

Anche nel Nord America, in epoca precolombiana, era conosciuta una varietà selvatica di riso, la Zizania aquatica.

Le ipotesi sulle origini della risicoltura in Italia sono diverse e tutte fondate: la prima sembra essere legata all’arrivo delle popolazioni arabe in Sicilia nell’XI secolo, la seconda alla dominazione aragonese verso la fine del XIV secolo a Napoli e la terza agli scambi commerciali dei mercanti veneziani con le più lontane province orientali.

Oggi, l’Italia è il primo produttore di riso in Europa, con le coltivazioni concentrate soprattutto tra il Piemonte, la Lombardia, l’Emilia Romagna e il Veneto, e le varietà più apprezzate sono il Carnaroli, il Vialone Nano, l’Arborio e il Roma.

Mangiare riso fa bene alla salute

Il riso è ricavato principalmente dalla cariosside dell’ Oryza sativa, un cereale appartenente alla famiglia delle Graminacee, di cui ne esistono più di cinquanta varietà diverse in tutto il mondo.

Il riso contiene la lisina, un aminoacido molto utile per il buon funzionamento dell’organismo, proteine di buona qualità, acidi grassi essenziali, molto potassio e un ridotto contenuto di sodio, che lo rende un alimento ideale per le persone che soffrono di ipertensione arteriosa.

Il suo elevato contenuto di amido, in piccoli granuli, permette un notevole assorbimento di acqua durante la cottura, fino a triplicarne il peso, e questo ne moltiplica il potere saziante, con un basso livello calorico.
Le calorie del riso provengono essenzialmente dai glucidi e i carboidrati sono di tipo complesso, con un indice glicemico  piuttosto alto nel riso raffinato, che invece è più ridotto in quello integrale.

Per quanto riguarda le vitamine, il riso integrale è ricco di tiamina, niacina e vitamina E, le cui concentrazioni diminuiscono progressivamente nel riso parboiled e in quello raffinato, così come quelle dei sali minerali, come il magnesio, il ferro e il fosforo. Le proprietà nutrizionali del riso integrale sono di gran lunga migliori, perché durante il processo di brillatura si perdono molte fibre, sali minerali e vitamine concentrate in prevalenza negli strati più superficiali.


Inoltre, l’abbondanza di fibre del riso integrale lo rende perfetto nella cura contro la stipsi ed è
presente in quasi tutti i regimi alimentari, tranne in caso di sovrappeso, diabete mellito tipo 2 e ipertrigliceridemia dove è necessario ridurre le quantità a circa 80 grammi a secco per un apporto di circa 260-270 kcal.

Tra tutti i cereali, il riso è quello che ha un minor potenziale allergenico e per questo motivo viene normalmente utilizzato nelle cosiddette “diete di esclusione” per la ricerca delle intolleranze alimentari.

Il riso, un vero elisir di bellezza

Le proprietà cosmetiche del riso sono note sin dall’antichità: l’imperatrice Poppea nel I secolo d.C. inventò la ricetta della prima maschera di bellezza a base di riso macinato e più tardi, nel Settecento, le candide parrucche dei nobili francesi venivano ricoperte di cipria, che non era altro che finissima polvere di riso.

Il bianco chicco di riso è un vero concentrato di proteine, fibre, vitamine, enzimi, biostimoline, sali minerali, oligoelementi e acidi grassi essenziali che aiutano a mantenere la pelle giovane, sana e ben idratata.

L’amido di riso viene utilizzato per le sue proprietà lenitive, rinfrescanti, calmanti e antiprurito e nella preparazione di maschere per il viso e prodotti per il corpo. Inoltre è perfetto per calmare arrossamenti e irritazioni delle pelli più delicate, come quelle dei bambini.

L’olio di riso è apprezzato per le sue virtù emollienti e idratanti ed è un vero toccasana per pelle e capelli, così come la farina e il latte di riso, che nutrono e idratano in profondità.

Il riso può essere utilizzato anche nelle faccende domestiche, ad esempio come rimedio contro l’umidità, per pulire barattoli o bottiglie oppure come colla estremamente resistente.

Il riso nel nostro shop

Attraverso il nostro shop è possibile acquistare diversi tipi di riso, come il Basmati proveniente dall’India, l’Integrale e l’Aromatico dalla Thailandia o l’italianissimo Carnaroli, proveniente dalle risaie della provincia di Vercelli.

Per preparare i vostri dolci, creme e budini, è possibile acquistare la farina di riso biologica e naturalmente priva di glutine, nonché vegana, perché non contiene alcun ingrediente di origine animale.

Se invece si vuole qualcosa da sgranocchiare, sono ottimi i biscotti riso e yoghurt oppure le deliziose gallette di riso, perfette in ogni momento della giornata.

Infine, non può mancare la cura del corpo e dei capelli, con il nostri shampoo e balsamo bio per capelli secchi e fragili.

Condividi su

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
Linkedin
Condividi su pinterest
Pinterest

Ti potrebbero interessare anche