Cialde di caffè compostabili: definizioni e vantaggi

Ridurre il consumo di plastica e l’impatto sull’ambiente è uno dei primari obiettivi che si pone il mondo attuale ed il caffè, considerato l’elevato consumo nel nostro paese, non può esserne escluso.
Negli ultimi anni è aumentata in misura esponenziale la vendita di caffè monodose, tanto che recenti studi hanno evidenziato addirittura il sorpasso della vendita del caffè classico.
L’utilizzo sempre più massiccio di macchine per il caffè a cialde, nelle abitazioni e negli uffici, ha accompagnato e spinto questo cambio nei consumi di caffè.
È evidente che un maggior consumo di prodotti monodose si traduca facilmente in maggior produzione di rifiuti, principalmente in alluminio o plastica.
Le cialde compostabili si presentano come una pratica soluzione per coniugare al gusto di un buon caffè anche il rispetto per l’ambiente, abbinando ad elevati standard di qualità la possibilità di ridurre la quantità di rifiuti prodotti.

Cos’è una cialda compostabile?

Le cialde compostabili sono così chiamate perché al termine del loro utilizzo, tramite degradazione naturale o industriale, possono essere trasformate in compost, vale a dire la sostanza utilizzabile per concimare e rendere i terreni fertili.
Per questo motivo possono, dati materiali di cui sono composte, possono essere gettate insieme agli scarti alimentari nei cassonetti dei rifiuti organici.
Il caffè di per sé può essere utilizzato come fertilizzante, se si aggiungono i materiali totalmente organici di cui si possono comporre le cialde il risultato è facilmente intuibile.

Le cialde compostabili sono quindi soluzioni il cui involucro esterno possono essere trasformati in compost ma va sottolineata l’importanza di non confondere compostabile con biodegradabile.

La differenza tra biodegradabile, compostabile e riciclabile

Non è raro che si faccia confusione tra i concetti di biodegradabile, compostabile e riciclabile: è importante fare chiarezza perché sia più consapevole la nostra scelta dei prodotti sugli scaffali.
L’elemento a fare la differenza è il tempo impiegato dal materiale per decomporsi. Va altresì tenuto in mente che un prodotto riciclabile non è assolutamente compostabile, e un prodotto biodegradabile non è automaticamente compostabile.

Una cialda biodegradabile viene prodotta utilizzando materiali che, grazie all’effetto di particolari microrganismi, vanno incontro a decomposizione nel tempo e nel giro di sei mesi vengono assorbiti dai terreni.
Il concetto alla base del compostabile è molto simile ma la grande differenza sta nei tempi necessari alla decomposizione: un materiale per essere definito compostabile deve essere biodegradabile e disintegrabile con tempi di decomposizione inferiori ai tre mesi.

Un prodotto riciclabile, invece, è impiegato per la creazione di nuovi oggetti.

Tutti i benefici dello scegliere una cialda compostabile

È fuori da ogni dubbio come un consumatore responsabile e sensibile a quello che è il proprio impatto sull’ambiente, nel momento di bere un buon caffè, rivolgerà la propria scelta ad una cialda compostabile.
Eppure, la pausa caffè green non è l’unico aspetto positivo generato da una tale scelta.

Se si teme di dove rinunciare al gusto per non dover pesare sull’ambiente, non è assolutamente questo il caso. Nel corso della preparazione, l’acqua non è costretta ad attraversare materiali resistenti quali la plastica o l’alluminio dando come risultato un caffè denso, cremoso e dal gusto più omogeneo. Il caffè all’interno della cialda è sigillato con materiali naturali in modo tale che il sapore finale mantenga la stessa fragranza e lo stesso aroma del momento della torrefazione.

Come già detto, l’acqua non attraversa alcun foro negli strati di alluminio o plastica e questo evita che porti con sé residui tossici.

Anche il portafoglio ha i suoi benefici in quanto il mancato utilizzo di materiali come i già citati alluminio e plastica permette l’abbattimento dei prezzi. Pur garantendo uno standard di risultati più elevati, le cialde compostabili costano mediamente il 40% in meno delle capsule.
Se si considera un consumo familiare medio di circa tre caffè al giorno il calcolo è presto fatto e non è assurdo affermare come in un anno, all’incirca, si possa ammortizzare il costo di acquisto di una macchina da caffè a cialde.

Scegliere di consumare caffè in cialde compostabili prefigura una scelta non solo di tipo ecologico ma anche salutare, etico ed economico.
Gli ingredienti ad oggi utilizzati per la loro produzione provengono da agricoltura biologica, in cui non si ritrovano tracce di sostanze potenzialmente nocive per la nostra salute e per il pianeta stesso.

La pausa caffè è un momento irrinunciabile delle nostre giornate. Un rito intoccabile che fa bene al nostro umore, alla nostra socializzazione ed al nostro relax.
Data l’importanza che ricopre nella nostra quotidianità è fondamentale trascorrerla facendo le scelte giuste che non inquinano l’ambiente e non perdono in gusto.

Condividi su

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
Linkedin
Share on pinterest
Pinterest

Ti potrebbero interessare anche

Notizie

Il prezzo del caffè

Per i produttori di caffè il sapore è sempre più amaro Le ricerche degli ultimi anni hanno registrato un costo medio di circa 6,90 euro

Read More »